Projects2018-09-18T19:58:13+00:00

Projects – Extracts

LEGAMI

LEGAMI
È una richiesta d’aiuto e protezione dal mondo esterno, la necessità umana di stringere rapporti con chi ci circonda e sentirsi parte di un qualcosa indefinitivamente grande.
LEGAMI
È una fitta ragnatela nella quale talvolta l’essere umano si trova imprigionato con l’estrema voglia di evadere e tagliare i fili che lo trattengono.
LEGAMI
È il “trait d’union” con il proprio io, il quale nel bene e nel male ci accompagna in quel che è il purgatorio relazionale ed emozionale.
LEGAMI
È la continua ricerca del proprio mondo, che sia esso la calorosa ed avvolgente Madre Natura o il freddo Signor Cemento.
LEGAMI
È amore, amicizia, fratellanza, solitudine.
LEGAMI
È uno strano viaggio emotivo ed introspettivo negli intrecci relazionali.

Progetto che nasce a seguito di un percorso personale e quasi come forma liberatoria oltre che terapeutica. Ecco il perché della decisione di apparire in prima persona in alcuni scatti e non solo dietro l’obiettivo. Questo è stato possibile grazie all’ausilio di un fidato collaboratore nonché amico.
LEGAMI si basa sulla consapevolezza che ciò che fa star bene in alcuni momenti, in altri provoca sensazioni ed emozioni nettamente opposti. Viene analizzata concettualmente la difficoltà del creare e gestire rapporti umani, qualunque essi siano, oltre che le sensazioni che da essi dipendono, Una difficoltà naturale che nasce dalla nostra continua ed estenuante ricerca di trovar un equilibrio prima ancora con noi stessi. Le ambientazioni degli interni e degli esterni cercano di enfatizzare le differenti emozioni che le relazioni generano: dall’oppressione delle Carceri al contatto energico con la Natura.
In base alla scelta di dove posizionare l’accento, il titolo, così come il progetto, racchiude in sé più significati. Si vuole così offrire a colui che guarda la possibilità di dare la propria e libera interpretazione, a seguito delle sue dirette esperienze.

Modelli: Martina Serra – Simone Sistarelli – Sara Spallarossa​

AD: Marco Pezzati​

Anno 2014 – ad oggi​

TRUE COLORS​

[You with the sad eyes​
Don’t be discouraged​
Oh I realize​
Its hard to take courage​
In a world full of people​
You can lose sight of it all​
And the darkness inside you​
Can make you feel so small​
But I see your true colors​
Shining through​
I see your true colors​
And that’s why I love you​
So don’t be afraid to let them show​
Your true colors​
True colors are beautiful​
Like a rainbow…]​​

Così recita la canzone omonima di Cindi Lauper, dal cui testo nasce l’ispirazione e la ricerca di una mia personale interpretazione sia dei colori che del mood anni ’80.​
Una serie di immagini nate quasi come una “terapia a due” dove ad emergere sono i singoli colori e personalità, che troppo spesso vengono nascosti perché “Le brave ragazze non lo fanno”. Ecco, quindi, trovare una sorella d’animo, così diversa ma così simile che per troppo tempo ha ingabbiato il proprio io. Ma chi lo dice che esiste un colore più giusto di un altro? E perchè non si può decidere che colore vivere nel tempo e nello spazio? ​

Modella: Tiziana Quaino​

AD: Marco Pezzati​

Anno 2017 

ANDERSEN – Studio Favoloso

Uno studio per partecipare ad un concorso è diventato il punto di partenza verso un percorso di scambio, aggregazione e un ritorno all’infanzia. ​

Da una collaborazione con Luca Carrà e Laura Giovannetti nascono le nostre personali interpretazioni de “La principessa sul pisello”, ”Il Brutto Anatroccolo” e ”La Sirenetta” di H.C. Andersen.​

Modelli: Martina Serra – Nicola Marrapodi – Eleonora Ginocchio​

Anno: 2014​

IL CARAMELLISTA DI BARILOCHE

L’omonimo romanzo ha portato ispirazione a 6 differenti autori per un lavoro in collettivo. Ognuno ne ha tratto il proprio immaginario e ne ha donato una visione personale seguendo il tracciato. ​

6 visioni, 6 versioni, 6 racconti dello stesso libro. ​

Questo il mio.​

Modelli: Roberto Orlacchio – Cristina Chiaiso – Marco Lisco​

Anno: 2014 – 2015